Legge di Bilancio 2020 – Novità 730

La Legge di Bilancio 2020 ha introdotto importanti novità per ciò che riguarda il 730, vale quindi la pena passare in rassegna questi vari cambiamenti che andranno a riguardare il 730:

 

Esclusi  gran parte degli oneri sostenuti a mezzo contante dalla detraibilità del 19%, la detrazione spetterà infatti solo a condizione che la spesa sia sostenuta con versamento bancario o postale ovvero mediante altri sistemi di pagamento tracciabili quali carte di debito, di credito e prepagate, assegni bancari e circolari.
Stiamo parlando di una lunga serie di detrazioni che vanno dalle spese veterinarie a quelle per istruzione, attività sportiva dei ragazzi, acquisto abbonamenti al trasporto pubblico, spese di assicurazione, ecc…
Vengono fatte salve però le spese per l’acquisto di farmaci e dispositivi medici e per le visite specialistiche, se e solo se erogate da strutture sanitarie pubbliche o convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale.

 

– Introdotto in ambito edilizio il nuovo “bonus facciate” con il quale potranno essere detratte nella misura del 90% le spese sostenute nel corso dell’anno 2020, riguardanti gli interventi edilizi, ivi inclusi quelli di manutenzione ordinaria, finalizzati al recupero o restauro della facciata degli edifici.

 

– Introdotta una nuova agevolazione fiscale, ribattezzata “bonus musica”, con la quale sarà possibile detrarre nella misura del 19% l’iscrizione annuale e l’abbonamento a conservatori di musica, istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM), scuole di musica iscritte ai registri regionali, cori/bande/scuole di musica riconosciuti dalla pubblica amministrazione.
Detrazione di cui potranno però beneficiare solo i contribuenti con reddito al di sotto dei 36.000€

 

Aumentata la franchigia massima sulla quale calcolare la detraibilità delle spese veterinarie, che passa 387,40 € a 500,00 €. Al netto della franchigia l’effettiva parte che si potrà portare in detrazione passerà quindi da un massimo di 49,00 € a un massimo di 70,00 €.

 

Introdotto un tetto alle detrazioni fiscali per i redditi alti, infatti per i redditi sopra i 120.000 € le detrazioni andranno a ridursi fino ad azzerarsi al raggiungimento dei 240.000 €. Tale limitazione non si applicherà alle spese sanitarie e a quelle per gli interessi sul mutuo.

 

Ampliata la platea di coloro che potranno usufruire del modello 730, quali titolari di redditi assimilati e titolari di redditi di lavoro autonomo occasionale.

 

Rivisto il calendario per la presentazione del 730 il cui termine ultimo passa dal 23 luglio al 30 di settembre a partire dal 2021.